Make your own free website on Tripod.com
E n io  W e b   P a g e

Su
Val D'Isarco
Fiore Lunare
Val Gardena
Pedraces
Suvenir
Val di Non
Monte Elmo
Ricette Dolomiti
Lago Verde
Gotico I
Gotico II
Novalevante
Borgo Valsugana
MEETING

 
Lago Verde mèta dopo le malghe

       

Il lago è affascinante 
CHIENES 10 - 10 - 2001

 

 

Cinque-sei ore di cammino per scoprire e toccare con mano varietà di flora e fauna uniche nel suo genere. Da Chienes, in val Pusteria, si segue il sentiero 65 rosso-bianco-rosso per arrivare fino alla Malga di Moarhof 1833 metri) e quindi, proseguendo sullo stesso sentiero, fino alla Mala Rio Verde di Sotto (1943 metri) e Malga Rio Verde di Sopra (2144 metri) e avanti ancora fino al Lago Verde che è a 2258 metri di quota. A ovest del lago, seguendo il sentiero, si arriva fino al passo e quindi alla croce posta sulla Cima di Pozzo (2438 metri). Straordinario il panorama che è possibile ammirare sulle Alpi Austriache, sulle Vedrette di Ries, sulle Dolomiti e anche sul lontano gruppo dell'Ortles. Dalla croce sulla Cima si ritorna al lago attraverso il sentiero non segnato e quindi si scende fino alla Malga del Rio Verde seguendo lo stesso tracciato dell'andata. Tre quarti dell'intero percorso sono nel bosco, il dislivello complessivo da superare è di 723 metri. L'escursione inizia sul territorio comunale di Chienes, paese attraversato dalla statale 49 della Pusteria che inizia al casello di Varna dell'autostrada del Brennero. Raggiungerla dunque è comodo. Chienes è servita anche dalla linea ferroviaria Fortezza-San Candido grazie alla stazione di Casteldarne. 

Montagne a specchio sul Garda  19 - 10 - 2001

VIGO DI FASSA. 

Domattina alle ore 8.30, presso l'ufficio turistico di Vigo di Fassa prenderà avvio un'escursione alla malga Vaél, situata nel gruppo del Catinaccio. Attraversando il centro del paese si cammina in direzione del Ponte Ruf de Vaél e si percorre un sentiero parallelo al torrente che approda all'imbocco del percorso n° 547. Qui inizia la salita lungo la strada sterrata che comporta un dislivello di 600 metri e

dopo circa due ore s'arriva alla malga Vaél. E' situata in uno spiazzo panoramico e si trova a quota 2028 metri, circondata dal Gruppo del Catinaccio. In particolare si possono scorgere la Roda di Vaél, i Mugoni e le Cigolade. Il punto di ristoro è diviso in due edifici, la malga e "lo stalon de vaél", dove trovano riparo le mucche e le capre. I prodotti di quest'allevamento vengono venduti direttamente agli escursionisti, che hanno modo d'assaggiarli nella sala rustica della malga, mentre pranzano. Nel pomeriggio si può rientrare direttamente a Vigo di Fassa o allungare il percorso, per visitare la Chiesa di Santa Giustina. Si tratta del più antico edificio religioso della vallata perchè risale al 1200. Per partecipare alla gita bisogna dare la propria adesione all'Ufficio turistico di Vigo di Fassa, che mette a disposizione una guida. Gli adulti pagano 6 euro, mentre per i bambini al di sotto degli otto anni non è previsto alcun corrispettivo.

                           

 

BACK ENIO HOME PAGE NEXT